lunedì 18 settembre 2017

Torta cacao e frutti di bosco

Difficoltà:


Ingredienti:
-100gr di cacao zuccherato
-200ml di latte di soia
-115gr di farina 00
-100gr di zucchero
-un vasetto yogurt vegetale ai frutti di bosco
-1 bustina di lievito

Procedimento:
Buongiorno gente!!
Sto scrivendo con una mano, l'altra tiene la mia ex fagiolina, di ormai 5 mesi, seduta sulle mie gambe, è molto incuriosita dallo schermo del pc e tocca tutto, apre cose sconosciute, come farà? Apprezzate lo sforzo!!!
E' una torta molto semplice e soffice, se volete optare per un impiattamento che sia migliore del mio pezzo di carta, vi consiglio frutti di bosco freschi e magari un piatto.
Amalgamate tutti gli ingredienti, versate in una tortiera unta, infornare in forno caldo a 180° per 45 minuti circa. Come sempre tutto moooolto complicato. 
Spero che la ricetta vi piaccia, nel caso lasciate pure un commento. 
Un bacione e buon appetito, scappo che c'è un'emergenza pannolino e mi asciugo il braccio completamente sbavazzato

giovedì 31 agosto 2017

Farro Estivo

Difficoltà:



Ingredienti per due persone:
-180gr di farro
-6/7 pomodorini
-mezza cipolla rossa
-una zucchina
-50gr di fagioli borlotti
-origano
-olio di oliva
-aceto bianco

Procedimento:
Ciao gente!! Guadate qua che notiziona che ho per voi, la vostra improvvisatissima pseudo food blogger è su una rivista, ora che sto ampliando i miei orizzonti virtuali come dovrei chiamarmi? lifestyle blogger?? chipiùnehapiùnemetta blogger forse! 
La rivista 'we veg', ogni mese, organizza delle mistery box ovvero invita i lettori a creare ricette che devono contenere alcuni ingredienti. Ad agosto gli ingredienti erano: fagioli borlotti, pomodorini e zucchine. Ho mandato ben 4 ricette (sono la solita esagerata) e, udite udite!, una è stata pubblicata!!! E' la seconda volta che finisco su una rivista e sono contentissima!!! Una delle quattro ricette la conoscete già, oggi vi pubblico quella pubblicata. Nel mio stile è una ricetta semplice e alla portata di tutti!
Cuocere il farro, seguire i tempi di cottura in base al farro che si è scelto e nel frattempo preparare il condimento. Lasciate a marinare in olio di oliva, sale e origano, per una decina di minuti, i pomodorini e la zucchina tagliati. Tagliate la cipolla e lasciatela, sempre per dieci minuti, in un bicchiere di aceto, smorzerà il sapore forte. Una volta pronto il farro unite i pomodorini, le zucchine, i fagioli borlotti e la cipolla scolata dall'aceto. La marinatura dei pomodorini versatela insieme agli altri ingredienti. Accanto a me c'è mia figlia che ha imparato a rotolare e sta parlottando con il pupazzo dello Stregatto (eeeh aaah ooooh cit.), chissà cosa tramano quei due. 
Come sempre buon appetito!

domenica 27 agosto 2017

Corte dei Toldi (TN)

Ciao! 
Eccovi una nuova recensione, sono stata alla Corte dei Toldi a Terzolas, provincia di Trento, palazzo storico molto molto bello, parenti con mattoni a vista, bottiglie di liquori e vino sparse ovunque. Un viaggio nel tempo che mi ha riportata nel medioevo. 
Il ristorante ha vinto la puntata de 'i quattro ristoranti' condotto da Alessandro Borghese come miglior ristorante del Trentino!! Sono abituata a ristoranti molto più alla mano, quindi meno cari e con porzioni più abbondanti, 90 euro in due non è proprio pochino ma ogni tanto si può fare,ne è valsa la pena, anche solo per la location li vale tutti e la cucina l'ho apprezzata molto.


Poco dopo aver preso le ordinazioni hanno portato un benvenuto dalla cucina a base di farina di ceci e senape, molto buono e devo dire che non me lo aspettavo. Il nostro era vegan, ho notato che negli altri tavoli veniva servito della carne, mi è piaciuto che abbiano avuto l'accortezza di avere anche uno stuzzichino veg. Insieme al benvenuto sono arrivati diversi tipi di pane, grissini di pasta sfoglia semplice, con semi e un cestino con diversi assaggi di pane
diverso. Una cosa che non mi è piaciuta è che sullo scontrino risultasse anche il pane, essendo una cosa in più che non è stata chiesta non dovrebbe pagarsi, è il mio pensiero poi magari in certi tipi di ristoranti è consuetudine. Scusate se le foto non sono il massimo della qualità ma sono state scattate con il mio preistorico cellulare!
Come primo ho preso i canederli alle rape rosse, buoni, peccato fossero pochini, diciamo che 5 non sono tantissimi. Erano talmente buoni e morbidi che ne avrei graditi almeno il doppio! Non li avevo mai mangiati, ne in versione onnivora ne in versione veg. Il ristorante è onnivoro ma c'è almeno una scelta vegan per portata e ogni giorno variano, può essere un buon compromesso se si è in compagnia di amici o partner mangiatutto.


Come secondo uno spiedone di polpette, burger di patate, tofu affumicato e gelatina di vin brulè. Molto buono!! Le patate poi erano ottime







Come dolce, non ricordo il nome esatto, cioccolato fondente fuso con frutti di bosco, menta e scaglie di cioccolato. Se avessi avuto qualsiasi cosa per tirare su il cioccolato rimasto nel piatto l'avrei fatto ahahah
Nel complesso un ottimo pranzo, bellissima location, avrei gradito porzioni più abbondanti visto il prezzo. Consigliato, anche perchè in Trentino è difficile trovare locali veg friendly, almeno nella zona di montagna dov'ero io!
Il pranzo è stato accompagnato da ottima musica, mia figlia che aveva sonno e l'ha voluto far sapere a tutto il paese urlando come una disperata ahahha, solo il dolce sono riuscita a mangiarlo in tranquillità con lei addormentata sul petto. Qui potete trovare la loro pagina facebook.
Spero che vi sia piaciuta questa mia piccola recensione e come sempre buon appetito!

domenica 13 agosto 2017

Frittelle di fagioli


Difficoltà:



Ingredienti:
-fagioli borlotti
-farina 00
-olio di semi
-sale
-pepe


Procedimento:

Ciao ciao ciao! Oddio suona molto come 'ehi ehi ehi' di Krusty il clown...va bè. Oggi vi propongo una ricetta multiuso, può essere un antipasto, un secondo, oppure, udite udite, un dolce!  Frullate i fagioli, aggiungete la farina per aumentare la cremosità, gestitevi la quantità di farina in base a quanti fagioli avete usato. Con le mani bagnate create delle palline, la consistenza deve essere morbida quasi appiccicosa, immergete le palline nell'olio di semi bollente. Girate le frittelle per cuocerle da entrambi i lati, una volta pronte salate e pepate a piacere. Se volete sfruttarle come dolci basterà spolverarle di zucchero a velo, vi ricordate le frittelle di lenticchie, eccole, nacquero proprio come dolce. Pensate che le frittelle di fagioli me le faceva sempre mia madre con quello che avanzava della zuppa di fagioli, aggiungendo solo farina per addensare.
Come contorno ho tagliato zucchine e pomodorini, li ho lasciati marinare in sale, pepe, olio di oliva, origano per una decina di minuti e poi serviti. 
Piccolo ot, oggi sono 4 mesi che è nata mia figlia, allattamento esclusivo al seno, più oltre sei litri di latte materno da me donato, alla faccia di chi mi diceva che se avessi voluto allattare avrei dovuto mangiare carne. 
Buon appetito!

domenica 6 agosto 2017

Pomodori ripieni di farro

Difficoltà:


Ingredienti:
-farro
-pomodori cuore di bue
-olive
-basilico
-olio di oliva
-sale

Procedimento:
Buonaseeeera! Ecco fresca fresca una ricetta estiva e davvero semplice. Finalmente sta diluviando, mi stava venendo lo sconforto a vedere il fiume praticamente secco e i giardini ingialliti, oltre al fatto che si schiattava di caldo e dormire la sera stava diventando una villeggiatura in uno dei gironi infernali. Bologna è tra le città più calde d'Italia e dell'universo,credo, da voi come si sta??
Torniamo a noi e alla ricetta. Scegliete dei bei pomodoroni che fungeranno da contenitori, tagliategli la testa e delicatamente svuotateli. Nel frattempo preparate il farro, seguite i tempi di cottura che possono variare a seconda del tipo di farro che avete scelto. Una volta pronto, fatelo raffreddare, unite le olive tagliate (io mi sono lanciata su quelle verdi ma siete liberi di variare), il basilico tritato grossolanamente, l'olio di oliva, un pizzico di sale. 
Riempite i pomodori e chiudeteli. Ci sono due scuole di pensiero, potete tagliare il pomodoro e mischiarlo al farro oppure mangiare prima il ripieno e poi il pomodoro, fate vobis. E' un primo piatto ma scegliendo dei mini pomodori può diventare un simpatico antipasto. 
Vi piace la ricetta? Lasciate un commento qui o sulla pagina fb, oppure ovunque se vi fa piacere. 
Buon appetito!

domenica 30 luglio 2017

Pomodori gratinati estivi

Difficoltà:




Ingredienti:
-pomodori
-pangrattato
-scalogno
-prezzemolo
-olio di oliva
-sale e pepe

Procedimento:
Ciao gente! Ho visto che incredibilmente sono aumentati i lettori fissi qui sul blog, mi fa piacere! Sono una grande amante dei pomodori gratinati ma d'estate è veramente dura accendere il forno, ecco la mia versione estiva. In realtà la parte che mi piace di più è il pane grattugiato, non sono una fan della buccia del pomodoro cotta e ogni volta divento un chirurgo per toglierla. 
Come sempre ricetta molto complessa ahhaha. Tagliate a metà i pomodori, tagliate finemente la cipolla e fatela rosolare in un filo di olio di oliva. Dopo un paio di minuti aggiungete il pangrattato, il prezzemolo tritato, sale e pepe. Dopo cinque minuti aggiungete un altro filo di olio di oliva e componente i pomodori. In pratica il pomodoro rimane crudo e il pangrattato viene insaporito in padella.
Che ne dite?? Qui trovate la versione al forno. 
Buon appetito

martedì 25 luglio 2017

Tofu con crema allo zafferano

Difficoltà:




Ingredienti:
-cipolla
-aglio
-tofu
-pomodori
-zafferanno
-panna vegetale
-sale e pepe

Procedimento:
Buongiorno!! 
Proviamo a sperimentare col tanto amato/odiato, più odiato forse, tofu!
Tagliate la cipolla e fatela soffriggere in un filo di olio di oliva, aggiungete il tofu tagliato sottile e lasciate cuocere per 10-15 minuti, deve colorarsi bene.
Aggiungete poi qualche cucchiaio di panna, lo zafferano, un pizzico di sale, un pizzico di pepe e per ultimi i pomodori tagliati a cubetti. Lasciate cuocere proprio per un minutino per lasciare i pomodori caldi ma crudi.
Vi piace la ricetta? Come sempre grazie per le visualizzazioni, vi invito a condividere e commentare le ricette, il blog ha vita grazie a voi. Se provate qualche mia ricetta inviatemi la foto su facebook! C'è un album solo per voi
La mia esperienza da mucca di soia continua, sono arrivata a 5 litri di latte!! Non potrei essere più contenta e orgogliosa di me stessa, la mia bimba continua a crescere bene, siamo già sui 5,600-5,700 kg, mi tornano in mente le parole di qualcuno 'se vorrai allattare dovrai mangiare carne', come no. 
Tofu e panna vegetale non li ho trovati nella lista dei prodotti vietati perchè contenenti glutine, essendo però un terreno delicato vi invito sempre a cercare la dicitura 'gluten free' sui prodotti, se qualcuno mi esperto di me volesse illuminarmi su questi prodotti gli sarei grata!
Buon appetito